Chi siamo
     ENIS in Italia
     ENIS in Europa
     Criteri di adesione
SKILLS TO CLIL 2
Perché andare a Barbiana
Iscrizione newsletter Enis

nome

email


Spoleto: educarsi al futuro
Educare alla cooperazione internazionale
La SMS di Spoleto lavora al progetto EDUCARSI AL FUTURO:

 Il progetto vuole realizzare e sperimentare con le scuole di Spoleto un programma di “educazione al futuro comune e sostenibile” finalizzato ad integrare nell’offerta formativa scolastica conoscenze umane, scientifiche e tecnologiche orientate al futuro e alla sostenibilità dello sviluppo sul pianeta ed a realizzare progetti di cooperazione allo sviluppo con scuole del Sud del mondo (global civil education).

Il progetto è rivolto a ragazzi dai 10 ai 18 anni ed è coordinato da un team composto da docenti della Scuola Media Statale Dante Alighieri e dell'ITIS "F.lli Campani" di Spoleto, da ricercatori e del Centro di Ricerca Casaccia dell’ENEA dell’Associazione Movimondo GSI e del Centro Servizi Ambientali-di Spoleto.

Il programma si compone di quattro tipologie di azioni:

  1. sviluppo di nuovi percorsi didattici multidisciplinari in laboratori tematici a classi aperte in collaborazione tra docenti, ricercatori Enea
  2. creazione di una piattaforma informatica per il lavoro in rete tra le scuole e realizzazione di un web-database per la condivisione e la diffusione dei materiali realizzati verso tutte le scuole interessate 
  3.  realizzazione di progetti dimostrativi delle tecnologie sostenibili nel territorio comunale, campagne di  sensibilizzazione degli adulti ed iniziative studentesche per il coinvolgimento della città nei progetti di cooperazione internazionale (teatri, concerti, mostre, prodotti multimediali, opuscoli, ecc).
  4. studio e realizzazione di progetti internazionali di cooperazione allo sviluppo  insieme a scuole del Sud del mondo (elettrificazione rurale con fonti rinnovabili in Burkina Faso), in collaborazione con la Regione Umbria e Movimondo GSI di Spoleto.

Ai fini della trasferibilità del progetto proponiamo di costituire consorzi territoriali di scuole che, in collaborazione con ONG locali operanti nel Sud del mondo, acquistano, sperimentano e quindi trasferiscono un  KIT DI ELETTRIFICAZIONE DI UNA SCUOLA RURALE.

Un Kit di elettrificazione di una piccola scuola rurale del Sud del mondo comprende:

6 moduli fotovoltaici da 75 Watt
2 batterie da 12V - 200Ah in serie
un inverter da 400W per la conversione cc/ca
5 lampade, 1 radio, 1 televisore, 1 videoregistratore

produce 905 Wh / giorno  e può alimentare

5 lampade fluorescenti da 11 Watt  per 5 ore
una radio da 50W                        per 3 ore
un televisore da 100W                  per 3 ore
un videoregistratore da 60W          per 3 ore
 

con un costo complessivo di circa 3500 ¤ 
  

Siamo stati inviati a presentare il nostro progetto nel corso di un servizio televisivo trasmesso sul digitale terrestre - canale RAI UTILE - il 24 gennaio 2005.
In questa trasmissione i ragazzi non sono più visti come consumatori, ma come costruttori di valori.
In particolare si è dato risalto a come la scuola possa educare alla solidarietà ed alla cooperazione internazionale.
Ospiti della trasmissione: Susanna Bucci, dir. att. culturali e comunicaz. Unicef Italia;
Maria Blasini, docente scuola 'Dante Alighieri' Spoleto; Giovanni De Paoli,ricercatore Enea.
Per chi volesse vedere in differita la trasmissione :
 
 
 
leggi gli altri contenuti dell'area: news
 
©2006 Indire