Chi siamo
     ENIS in Italia
     ENIS in Europa
     Criteri di adesione
SKILLS TO CLIL 2
Perché andare a Barbiana
Iscrizione newsletter Enis

nome

email


Bergamoscienza
25 appuntamenti tra conferenze, tavole rotonde, incontri con i giovani, 30 eventi tra mostre e laboratori interattivi, spettacoli teatrali, musicali e di intrattenimento: la IV edizione di “BergamoScienza” quest’anno raddoppia gli appuntamenti

BergamoScienza” con un programma ancora più ricco di appuntamenti ed eventi: quella che si svolgerà quest’anno a Bergamo dal 28 settembre al 15 ottobre sarà infatti un’edizione della manifestazione che offrirà oltre 50 appuntamenti di divulgazione scientifica con ospiti di altissimo livello.

La IV edizione della rassegna promette già di ripetere e superare il grande successo dello scorso anno che aveva visto la partecipazione di oltre 60.000 persone: ad oggi sono infatti oltre 16.000 gli studenti che hanno già prenotato la loro presenza a incontri, mostre e laboratori.

 

Ad aprire e chiudere la manifestazione due dei massimi esponenti del panorama scientifico contemporaneo: Marvin Minsky, uno dei padri dell’intelligenza artificiale e fondatore del MediaLab del M.I.T di Boston, e Paul Crutzen, premio Nobel per la Chimica nel 1995 grazie alla scoperta del meccanismo di formazione del buco dell’ozono.

 

Costruire macchine in grado di emozionarsi perchè siano intelligenti come l’uomo: questo è il punto di vista che l’ottantenne scienziato del M.I.T. e consulente di Stanley Kubrik sul set di 2001: Odissea nello spazio proporrà venerdì 29 settembre a “BergamoScienza”. A introdurre la conferenza di Minsky sarà Edoardo Boncinelli, presidente del comitato scientifico della manifestazione.

Domenica 15 ottobre Paul Crutzen illustrerà quanto la civiltà industriale abbia influenzato e modificato il nostro pianeta, tanto da poter parlare dell’inizio di una nuova era cronogeologica che significativamente il chimico olandese ha battezzato “antropocene”.

 

Ma tutte le conferenze, previste solo nei fine settimana del periodo della manifestazione, sono di grande interesse e attualità e gli ospiti di altissimo profilo. In una Bergamo Alta trasformata in vera e propria “cittadella della scienza”, si parlerà infatti di genetica, musica e neuroscienze, telecomunicazioni e internet, fusione nucleare ed ecologia, nano e biotecnologie, matematica e teoria del caos.

Tra i numerosi scienziati, ci saranno Luigi Luca Cavalli Sforza, noto divulgatore e professore emerito a Stanford, che spiegherà l’importanza del DNA nella definizione dell’identità dell’individuo, Giacomo Rizzolatti, professore di Fisiologia Umana all’Università di Parma, che guiderà il pubblico alla scoperta dei misteri dei neuroni-specchio. E poi ancora ospiti internazionali quali Carlos Bustamante (professore all’Università di Berkeley ed esperto di nanotecnologie), Bjorn Lomborg (direttore del Copenhagen Consensus Center, uno dei cento uomini più influenti del globo secondo Time Magazine e grande critico dell’attuale concezione ecologista), Dan Lloyd (professore di Filosofia al Trinity College del Connecticut e autore del best seller neuronoir Radiant Cool), John Casti (docente di Matematica all’Università di Santa Fè, USA, uno dei massimi esperti mondiali di modelli matematici), Jerome P. Kassirer (già direttore del New England Journal of Medicine e docente alla Tufts University di Boston), Garrett A. Fitzgerald (professore di Medicina all’University of Pennsylvania e uno dei massimi esperti mondiali degli effetti indesiderati dei farmaci). Non poteva infine mancare il presidente onorario del comitato scientifico di “BergamoScienza”: il premio Nobel Rita Levi Montalcini.

 

Oltre ai tre fine settimana dedicati ad incontri e tavole rotonde, “BergamoScienza” proporrà fino al 15 ottobre numerose mostre e laboratori interattivi ospitati in sedi storiche della Città Alta, tra cui il Palazzo della Ragione, l’Accademia Carrara e l’ex convento di S. Francesco. Novità di quest’anno è l’anteprima, prevista per martedì 26 settembre alle 19.00, della suggestiva mostra “Bang! Il respiro della natura”, un’esposizione di videoinstallazioni interattive proposta da Studio N!03 che presenta i due volti delle grandi forze della natura: risorse energetiche potenzialmente inesauribili e contemporaneamente fonti di calamità incontrollabili.

 

Anche cinema, teatro e musica saranno di scena a “BergamoScienza”: un evento multimediale, ideato e diretto da Valeria Patera, rappresenterà la vita del premio Nobel per la chimica Max Perutz, scopritore della struttura dell’emoglobina, mentre in una tavola rotonda l’attore e regista Maurizio Nichetti ed altri autorevoli esperti del settore guideranno gli appassionati di scienza alla scoperta dei segreti della cinematografia.

Un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di musica jazz è giovedì 28 settembre al Teatro Donizetti con un concerto di musica del Uri Caine Ensemble, formazione che affianca agli strumenti tradizionali anche la presenza di un Dj.

 

L’inaugurazione ufficiale della manifestazione sarà

giovedì 28 settembre alle 17.30

presso la Borsa Merci in Città Bassa.

Saranno presenti le autorità cittadine, provinciali e regionali, gli organizzatori e il comitato scientifico di “Bergamo Scienza”.

 

Tutte le iniziative sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento dei posti disponibili: una scelta precisa, frutto della volontà degli organizzatori di rendere la scienza accessibile a tutti.

 

Il programma completo della manifestazione sarà disponibile sul sito www.bergamoscienza.it

a partire dalla fine di luglio

 

Per informazioni e prenotazioni: tel. 035-215992 info@bergamoscienza.it

 

leggi gli altri contenuti dell'area: news
 
©2006 Indire